Ossigeno-ozono terapia

Che cos’è l’ozonoterapia?

L’ozonoterapia è un trattamento medico basato sull’uso di una miscela di gas (ossigeno ed ozono) che viene somministrata con diverse modalità in base alle problematiche da trattare, può essere iniettato con punture all’interno del disco intervertebrale, con punture locali nei muscoli, con punture nelle articolazioni, con contatto indiretto con il sangue o sopra le ferite o ulcere.

La sua applicazione produce un’enorme quantità di antiossidanti e di sostanze che combattono il dolore e l’infiammazione. Attraverso l’ozonoterapia si riesce quindi a modificare il cattivo funzionamento delle cellule causato dalla condizione di stress ossidativo cronico che è alla base di molte malattie croniche.

Malattie trattate con l’ozonoterapia

Questo trattamento è utilizzato come iniezione locale di gas per la terapia di patologie quali l’ernia del disco intervertebrale, lombalgia , sciatalgia, l’artrosi e l’infiammazione delle articolazioni.

Viene usato invece come autoemoterapia ozonizzata (contatto sangue-ozono indiretto) per il trattamento di malattie croniche quali la broncopneumopatia cronica ostruttiva (bronchite cronica), le malattie della microcircolazione (ad esempio della microcircolazione della retina o del cervello) e le ulcere che non riescono a guarire.

Gli effetti biologici dell’ozono sono molteplici:

Azione antibatterica e antivirale

Azione antinfiammatoria e antiedemigena, per riduzione di sostanze pro-infiammatorie, stimolazione della neoangiogenesi e aumento della produzione di enzimi antiossidanti

Azione Antidolorifica per la stimolazione della produzione di endorfine, e per inibizione di mediatori algogeni neoangiogenesi.

Azione disidratante del nucleo polposo intervertebrale

Azione cicatrizzante

Azione immunomodulante

Miglioramento della circolazione per l’incremento della produzione dei metaboliti responsabili del rilascio di ossigeno ai tessuti (2,3 difosfoglicerato) e aumento della deformabilità dei globuli rossi

Rilascio di endorfine, che bloccano la trasmissione del segnale nocivo al talamo e alla corteccia cerebrale

Il medico esperto in ozonoterapia dovrà scegliere quale trattamento risulta più indicato a seconda dello stadio di malattia del paziente, e potrà eseguire i trattamenti integrandoli con altri farmaci o con terapie non farmacologiche quali la fisioterapia, la fitoterapia, l’agopuntura al fine di ridurre notevolmente i sintomi e stabilizzare la malattia cronica evitando il progressivo peggioramento.