Area Medica

Visite Ortopediche

Presso il centro di Valdagno, medici specialisti effettuano visite ortopediche che hanno l’obiettivo di indagare le condizioni di salute di articolazioni, ossa e muscoli, e di intervenire con cure appropriate in caso di traumi che abbiano provocato lesioni alle strutture locomotorie. Attraverso la visita ortopedica si effettua una diagnosi corretta per accertare la presenza di patologia. Una volta identificata la problematica il medico e il Team di collaboratori valuteranno il programma terapeutico idoneo ad una risoluzione veloce e duratura della sintomatologia. I disturbi che compaiono con maggior frequenza sono : artrosi di anca e ginocchio, sindrome del tunnel carpale, alluce valgo, fascite plantare, lombalgie, cervicalgie, sciatagie, periartrite di spalla, tendiniti e borsiti… La visita ortopedica si svolge mediante una attenta valutazione dove viene studiata la condizione clinica del paziente: sintomi presenti, anamnesi, andamento del dolore durante la giornata, professione e attività fisiche abituali . Dopo questa fase di raccolta di informazioni varie, si passa ad un’analisi diretta della struttura e delle funzionalità di tutto l’apparato. Si valuterà la presenza di rossori, tumefazioni, calore, difficoltà nel movimento e con test che mirano a stressare la struttura si andrà a far emergere il sintomo del paziente.Una volta trovata la diagnosi corretta si deciderà se il trattamento migliore sarà: trattamento farmacologico, trattamento infiltrativo, trattamento fisioterapico, trattamento posturale, regolazione dell’alimentazione, trattamento chirurgico o una combinazione di questi trattamenti.

Visita fisiatrica

La visita fisiatrica è finalizzata alla diagnosi, terapia e riabilitazione di condizioni di disabilità in seguito a malattie limitanti l’attività motoria, emozionale e cognitiva. Un medico specialista in medicina fisica e riabilitativa effettua la visita fisiatrica necessaria per stabilire un programma di recupero funzionale. Presso il centro, sono disponibili i seguenti servizi: 

  • Visita fisiatrica
  • Analisi e valutazione del grado di disabilità
  • Mesoterapia
  • Terapia farmacologica adeguata alla patologia
  • Consiglio di ausili, tutori, deambulatori, carrozzine
  • Consigli utili per modificare le proprie abitudini responsabili della patologia
  • Infiltrazioni.

Visita neurologica

Presso il Centro di Riabilitazione ed Attività Motoria FISIOFIT di Valdagno effettuiamo visite neurologiche con medici specialisti preparati per analizzare con molta attenzione il sistema nervoso, centrale e periferico. Gli accertamenti vogliono escludere la possibile presenza di eventuali disturbi o patologie neurologiche. Dopo una prima fase di anamnesi e di raccolta delle varie informazioni sul paziente, inclusi i sintomi se presenti, segue l’esame neurologico vero e proprio, con un’analisi della condizione mentale del paziente, compresa la sua capacità di linguaggio e movimenti; riconoscimento di oggetti, suoni e colori; funzionalità del sistema motorio, della forza muscolare, della sensibilità e dei riflessi. In questa fase di valutazione vengono anche testate il senso di equilibrio e di orientamento e la capacità reattiva agli stimoli visivi.Le patologie più comuni trattate dai nostri neurologi sono: Parkinson, PCI, Alzheimer, emicranie, cefalee, emiplegie post ictus ischemico o emorraggico, paraplegie, tetraplegie, disturbi del comportamento, anoressia, ansia, depressione, manie, fobie, sindromi maniacali, attacchi di panico… Una volta trovata la terapia farmacologica adeguata alla problematica, sarà compito del medico consigliare un programma di psicoterapia, ginnastica mirata o fisioterapia.

Photo by Matthias Zomer on Pexels.com

Visita neurochirurgica

La visita neurochirurgica è volta alla valutazione del sistema nervoso centrale( cervello e midollo spinale) e del sistema nervoso periferico (nervi periferici) o di disturbi che colpiscono la colonna vertebrale, al fine di fornire al paziente la soluzione di cura più efficace, che in alcuni casi può essere chirurgica.La visita si apre con una fase di anamnesi in cui lo specialista otterrà il maggior numero di informazioni in merito allo stile di vita e alla storia clinica del paziente.Il neurochirurgo prescriverà poi eventuali esami diagnostici, come esami del sangue, esami radiologici, esami cardiologici, così come test neurologici e neurofisiologici come elettromiografia e potenziali evocati.Se il paziente è candidato a intervento chirurgico, si procederà anche a individuare l’intervento più appropriato e a pianificarlo, definendo un preciso quadro del paziente che consenta di eseguire l’intervento in sicurezza. Sono disturbi di competenza del neurochirurgo:

  • ernie discali lombari e cervicali (sciatalgie, brachialgie)
  • stenosi congenite e acquisite del canale spinale
  • instabilità del rachide (degenerativa o post traumatica)
  • tumori vertebro midollari
  • sindromi mal formative
  • sindromi da intrappolamento nervoso
  • tumori dei nervi periferici
  • neurinomi